F1: la direttiva tecnica della Fia anti porpoising

Nel GP del Belgio che si terrà ad Agosto, entrerà in vigore la direttiva tecnica che limita il problema del porpoising. La Fia, nonostante alcune critiche da parte dei team, annuncia che comunque la sicurezza viene prima di tutto.

La nuova regola

Per tutti gli appassionati del gioco digitale e delle tante categorie offerte dal sito, i giocatori possono ottenere ricchi premi, promozioni e vantaggiosi bonus da usufruire come più si desidera, inoltre si può accedere al mobile per connettersi ovunque e alla versione live, dove per ulteriori informazoni visita librabet scommesse italia. Si è svolta una riunione a Zeltweg in occasione della prima giornata del GP d’Austria. La commissione della F1, con il presidente della Fia, presieduta da Mohammed Ben Sulayem , hanno ottenuto la maggioranza con i team, riguardo alla proposta del 3,1 sulle spese dell’inflazione. Tutto comprende in teoria, i test pre stagionali, i motori del 2026 ed il proposing. Ma cos’è il porpoising? Già esistente negli anni Ottanta con le tratto da un movimento oscillatorio che si nota soprattutto sui rettilinei, dove si forma il fenomeno delle vetture sull’asfalto. In effetti, il porpoising  accade quando le ruote delle auto fanno un rimbalzo sulla strada. In pratica c’è una perdita del carico aerodinamico che procura perdita di prestazioni e movimenti oscillatori.

Il comunicato della Fia

Questa nuova direttiva tecnica da parte della Fia quindi, entrerà in vigore nella corsa del GP del Belgio. Per chi ha sempre ospiti in casa e amici, c’è l’idea di tre ricette per sbalordire gli oaspiti, dove per saperne di più si può cliccare qui.  Giusto il tempo dove tutti i team possano fare la misurazione delle oscillazioni sulle loro autovetture da corsa. Infatti la Fia ha lanciato il suo comunicato dove nella nota si legge: ” La Fia interveniene sulla  sicurezza con l’utilizzo di applicare nuove regole e misure per tutti, prendendo delle decisioni senza essere influenzati dalla posizione competitiva. Il problema è il porpoising, poichè nelle ultime corse è stato ridotto grazie ad alcuni circuiti ma che nei prossimi GP comunque si potrebbe ripresentare anche in modo aggressivo. Per questo, tanti team stanno facendo il possibile per poter risolvere questo problema almeno per il prossimo anno. Secondo da come è appreso, durante le corse, le vetture hanno più carico aerodinamico e quindi l’effetto del porpoising è molto più accentuato. Ovviamente tutte quelle misure che verranno adottate da tali regole, non è sicuramente una soluzione definitiva”.

I controlli dei team sulle vetture

Sostanzialmente i team quindi, devono fare esami molto accurati soprattutto sull’asse della monoposto e lo skid. In pratica devono fare attenzioni sul blocco che tiene tutta la vettura analizzando con molta cura le oscillazioni che il fenomeno del porpoising può causare sull’asfalto. Adesso le squadre hanno questo lavoro da fare prima di arrivare al GP del Belgio, abbastanza impegnativo e pieno di attenzioni. Nonostante tutto però, questa regola emessa da poco dalla Fia non è sempre consentita e non è una regola definitiva che si protrae nel tempo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *